QUOTA DI PARTECIPAZIONE € 14 visita guidata della durata di 3 ore

Appuntamento all’approdo B (S. Andrea) di Piazzale Roma alle 14.30 con la guida già muniti di biglietto andata e ritorno per il vaporetto.

Passeggiando assieme, la guida ci porterà a scoprire le bellezze della più grande tra le isole di Venezia, che deve il suo nome all'antica presenza di una comunità ebraica.

La passeggiata inizierà con il Molino Stucky, oggi un hotel della catena Hilton. Si tratta di un ex edificio industriale neogotico costruito nella seconda metà dell’800 per iniziativa di Giovanni Stucky, finanziere svizzero il cui nome è riportato sulla facciata centrale. Per costruirlo, fu demolito il monastero delle monache di San Biagio e Cataldo e le colonne furono regalate alla chiesa di Sant’Eufemia. Durante la Seconda Guerra Mondiale, il mulino diventò anche un rifugio per la popolazione della Giudecca che, quando scattava l’allarme, si rifugiava tra i sacchi di farina per proteggersi da eventuali attacchi aerei. Affianco al mulino si trova la fabbrica di tessuti di Mariano Fortuny, che prende il nome dal suo ex proprietario, l’artista e stilista catalano. Fu lui stesso a creare le tinture, spazzole e macchinari per le sue opere. Fortuny fu l'inventore di uno speciale sistema per la decorazione e la doratura solida su seta e velluto, che dava ai tessuti l'impressione di essere scolpiti. La fabbrica, nata nel 1919, è attiva ancor oggi. 

Continuando la passeggiata, si giunge alla chiesa di Sant’Eufemia, la terza più antica di Venezia. Fu costruita nella seconda metà del IX secolo e ha origine veneto-bizantina. Più volte ristrutturata nei secoli, della costruzione originaria conserva colonne e capitelli e l’impianto basilicale a tre navate. Più tardi, lungo il canale, fu aggiunto un portico architravato. Venne dedicata alle quattro martiri di Aquileia: Eufemia, Dorotea, Tecla ed Erasma. 

Il giro prosegue con la visita alla chiesa e al convento del Santissimo Redentore, costruita nel XVI sec. per celebrare la liberazione della città da una terribile pestilenza, è uno dei maggiori esempi di architettura sacra palladiana. L'interno, semplice ma imponente, è a croce latina e vi si possono ammirare opere di Jacopo Tintoretto, A. Vivarini, Paolo Veronese. 

Per concludere la passeggiata, visiteremo la Chiesa delle Zitelle, iniziata nel 1582 da Jacopo Bozzetto, su progetto del Palladio, e ultimata nel 1586. Il nome della chiesa e dell'annesso ospizio rimanda alla funzione degli edifici, che era quella di ospitare le ragazze povere di Venezia, dette appunto zitelle, per completare la loro educazione sino al raggiungimento dell'età da marito.  Parte importante dei loro studi era la musica, come testimonia anche l'attenzione alla resa acustica degli edifici posta nella progettazione e nella costruzione interna. La chiesa è stata danneggiata da un recente temporale e ne è in corso il restauro, verificheremo in corso di visita se la stessa sarà agibile.

20 Articoli

Scarica

Passeggiata Giudecca 5 aprile

Locandina

Scarica (639.54k)

VENEZIA - PASSEGGIATA GUIDATA ISOLA DELLA GIUDECCA

14,00 €
Tasse incluse

Domenica 5 aprile 2020 - PASSEGGIATA GUIDATA SULL'ISOLA DELLA GIUDECCA

Personalizzazione del prodotto

Non dimenticare di salvare la tua personalizzazione per poter riempire il carrello
  • Max. 250 caratteri
  • Max. 250 caratteri
  • Max. 250 caratteri
Categoria
Quantità

 

Pagamenti sicuri con bonifico bancario o carta di credito